27 novembre 2014

I nostri consigli - Non-fiction

Le cose di casa, che maneggiamo distrattamente tutti i giorni, possono in realtà raccontarci un'infinità di fatti curiosi su chi quelle cose le ha inventate e su chi le ha usate e le usa tuttora. Stanza dopo stanza, oggetto dopo oggetto, emerge in filigrana un variegato, caotico ma sempre vitale catalogo del mondo; una storia sociale che non serve rintracciare nei musei o nelle riviste patinate di interior design, perché le viviamo nei nostri gesti quotidiani.
Vittorio Marchis, Le cose di casa, Codice 2014




Cosa sono la malattia e la salute? Come sono cambiati nella storia i problemi medico-sanitari? Quali idee hanno guidato gli sforzi compiuti per spiegare, prevenire e trattare le patologie umane? Il libro suggerisce alcune coordinate per orientarsi nell'evoluzione delle strategie di categorizzazione degli stati di sofferenza e di benessere. con particolare attenzione per le teorie e i modelli utilizzati per spiegare e manipolare la realtà empirica delle patologie, delle situazioni cliniche e dei rischi sanitari.
Gilberto Corbellini, Storia e teorie della salute e della malattia, Carocci 2014




Un'appassionante carrellata attraverso le diverse epoche storiche sull'utilizzo, il ruolo strategico, l'addestramento e l'impiego in battaglia della cavalleria. Una storia lunga cinquemila anni: dagli antichi Romani al selvaggio West, dagli eserciti mercenari alla Russia degli Zar.
Tristano Gambini, Storia della guerra a cavallo, Odoya 2014







L'Occidente non è più di moda, né lo sono i suoi valori e il ruolo che ha svolto nella creazione della nostra civiltà è sistematicamente contestato. I corsi sulla civiltà occidentale sono stati eliminati dalla maggior parte delle università americane, con la motivazione che si tratterebbe di corsi "di destra". In aperta polemica con questa posizione, l'autore offre un'attenta e precisa analisi dell'Occidente e dei suo ivalori iniziando dal mondo antico. Seguendo una rigorosa articolazione, confuta non solo i luoghi comuni, ma anche le teorie enunciate da storici più o meno illustri a partire dal cosiddetto Illuminismo, e ormai così radicate da essere considerate verità inconfutabili: dal ruolo oscurantista della Chiesa in campo scientifico, alle innovazioni erroneamente attribuite alla cultura islamica, al carattere esclusivamente oppressivo e repressivo del colonialismo.
Rodney Stark, La vittoria dell'Occidente, Lindau 2014

26 novembre 2014

I nostri consigli - Non-fiction

La mela è una di quelle dipinte da Cézanne e celebrate da Woody Allen in Manhattan; l'accendino è quello di Delitto per delitto, di Hitchcock. A metterli insieme è stato Godard, nella sua Histoire(s) du cinéma. Da qui prende le mosse questo libro dedicato alle cose che vediamo nei film, e ai film come luoghi in cui gli oggetti quotidiani sono diventati, almeno nel nostro immaginario, quello che sono. Antonio Costa si occupa dunque di ciò che sta attorno ai personaggi: le cose con cui essi entrano in contatto e che in vario modo entrano nella storia; indaga sul rapporto tra le cose e le forme cinematografiche.
Antonio Costa, La mela di Cézanne e l'accendino di Hitchcock, Einaudi 2014


Michael Punke ricostruisce la storia vera di Hugh Glass, eroe celeberrimo della mitologia western, dal passato rocambolesco, sopravvissuto per miracolo all'attacco di un grizzly e ad un attacco indiano, che compirà un viaggio di oltre tremila miglia animato da un unico sentimento, il desiderio di vendetta.
Michael Punke, Revenant, Einaudi 2014







La Grande Guerra ebbe poco a che fare con la guerra così come era sta combattuta fin dalle origini dell'uomo. Non ci furono battaglie in senso classico, ma ugualmente morirono milioni di uomini. Dopo che l'Italia entrò in guerra, la ricostruzione storica giunge a un bivio: la retorica delle élite politiche, dei poeti e dei generali celebrò l'entusiastico sacrificio di eroi che combattevano e morivano per un sublime ideale. L'autore del libro si concentra invece su chi la guerra l'ha vissuta davvero, i soldati in trincea, costretti a una esistenza ben misera e lontana da quello che veniva dipinto a favore di chi era rimasto a casa, una vita fatta di attese, bombardamenti, malattie e crudeltà.
Marco Scardigli, Viaggio nella terra dei morti, UTET 2014

Ogni quadro, ogni opera lascia qualcosa a chi la guarda. E ogni incontro fortuito può tramutarsi in un vero e proprio innamoramento, in una folgorazione o addirittura in una rivelazione. Le opere d'arte che Melania Mazzucco non è mai riuscita a dimenticare sono tante, troppe per un museo reale, ma non per un museo immaginario. Concentrandosi sui dipinti più amati, ne ha selezionati cinquantadue, pubblicati su la Repubblica in una rubrica settimanale, per un anno. Questo volume riprende tutti i cinquantadue testi e le immagini per raccontare le storie di quelle opere e offrire al lettore la possibilità di scegliere come avventurarsi in questo museo ideale.
Melania G. Mazzucco, Il museo del mondo, Einaudi 2014

25 novembre 2014

I nostri consigli

Fiona Maye, stimato giudice dell'Alta Corte britannica, vede, nel giovan Adam Henry, una travolgente passione per la vita e contemporaneamente una strenua volontà autodistruttiva. Adam è il suo più recente caso: malato di leucemia, per ubbidire a un precetto religioso rifiuta la trasfusione che può salvarlo. Sta al giudice stabilire come procedere. Stretta nella morsa di una vita privata fragile e di un ruolo pubblico che la vuole esempio di misura e distacco, Fiona dovrà dare un nuovo senso alla parola responsabilità.
Ian McEwan, La ballata di Adam Henry, Einaudi 2014




Uno dei più amati e apprezzati scrittori contemporanei francesi ci narra la storia di Perrin, eroinomane, che chiede alla droga di spingerlo verso un'allucinata lucidità, verso una visione acida dell'oscenità della vita, per raggiungere un sapere pornografico del mondo.
Mathieu Lindon, Una vita pornografica, Clichy 2014







Nelle pagine di Primo Levi gli animali - gabbiani, giraffe, talpe formiche, elefanti...- non rappresentano solo una curiosità marginale o un divertimento accessorio, ma sono parte integrante del suo immaginario e della sua moralità: rappresentano un diverso modo di parlare delle scelte che ogni uomo deve affrontare. Levi è affascinato dalle capacità con cui essere d'ogni specie hanno risposto alle difficoltà dell'ambiente elaborando soluzioni ingegnose, quasi altrettante filosofie di vita.
Primo Levi, Ranocchi sulla Luna e altri animali, Einaudi 2014




Angela e Annabella, entrambe bellissime donne, prima di incontrarsi per diventare le Thelma e Louise più seducenti di sempre, faranno ognuna molta strada, senza temere niente e nessuno. Per arrivare in cima, Angela dovrà fare a pezzi suo marito, un pianista celebre e troppo ingombrante. Annabella intuisce che il suo fascino può rendere molto, ma prima di tutto dovrà abbandonare casa e famiglia. Un assassinio, un'inchiesta, due fughe, un colpo di scena finale, ma soprattutto l'incontro tra due ragazze che insieme, amandosi perdutamente, dimostrano come il femminismo può (o forse deve) passare anche dalla più totale libertà sessuale.
Héléna Marienské, Libere, Clichy 2014



24 novembre 2014

I nostri consigli - Graphic novel

Sulla compostissima isola di Qui, tutto va bene: inteso in ordine, pulito, consueto e ovviamente sbarbato. Almeno fino a quando Dave, glabro tranne per un unico pelo, si ritrova assalito da un orribile, inarrestabile mostro! Da dove arriva? come faranno gli isolani ad affrontarlo? Che ne sarà di Dave? 
Il primo libro della nuova stella del fumetto inglese.
Stephen Collins, La gigantesca barba malvagia, BAO 2014






A volte non fare gli stessi errori dei propri genitori è questione di vita o di morte. Senza la madre ad accompagnarlo, per Modì Parigi è un luogo nuovo, meno familiare, meno accogliente. Forse però è lui che non si sente veramente a casa in nessun luogo, ormai. E più si avvicina alla verità, meno è sicuro di volerla sapere.
Leonardo Favia, Ennio Bufi, Il settimo splendore, BAO 2014






Le leggi razziali dell'Italia fascista non menzionavano provvedimenti contro gli omosessuali: Mussolini disse che non ce n'era bisogno poiché in Italia gli uomini non poteva essere che maschi, attivi e virili. La realtà fu ben diversa: dal 1938 al 1943 molti omosessuali italiani furono mandati al confino nelle isole. Quasi trecento giovani furono così sradicati dalla propria vita, bollati ufficialmente come nemici della Patria. Cinquant'anni dopo, il documentarista Rocco si mette sulle tracce dell'ex confinato Antonio, per riportare alla luce quella storia dimenticata, ma si trova a fare i conti con tutto il dolore che i ricordi possono provocare.
Luca de Santis, Sara Colaone, In Italia sono tutti maschi, Kappa 2008


Un ragazzo normale, dal temperamento artistico, introspettivo e sensibile: così si presenta il giovane Hugues. Che racconta in questa graphic novel i suoi turbamenti e la sua solitudine, unico insperato rifugio di fronte all'abisso che si trova davanti ogni giorno: il padre alcolizzato e violento, la madre che sopporta fino a quando è possibile... Fino all'improvvisa richiesta, che è anche una durissima preghiera al figlio maggiore: "Uccidi tuo padre, liberaci, liberati. Cerchiamo una normalità". Primo di due volumi che rappresentano l'opera più matura di Hugues Barthe, uno degli autori francesi di graphic novel più amati al mondo.
Hugues Barthe, L'estate '79/L'autunno '79, Clichy 2013

21 novembre 2014

I nostri consigli - Non-fiction

Secondo un'antichissima tradizione, nell'anno 326 Elena, madre di Costantino, scopre a Gerusalemme il legno della Croce. Per sollevare gli animi e stringere i fedeli attorno alla loro storia comune, fa costruire un'imponente basilica sul Golgota, emblema della passione di Cristo. Ma un luogo non è abbastanza, la basilica non può restare un guscio vuoto. Stando ai Vangeli, non è possibile trovare il corpo di Gesù: la Croce, allora, può diventare il miglior surrogato, diventando il fondamento della fede cristiana. L'imperatrice cerca, scava e infine trova: da quel momento la reliquia diviene l'emblema della Gerusalemme cristiana e la protagonista di una complessa serie di vicende.
Chiara Mercuri, La vera Croce, Laterza 2014


Perché la povertà è così difficile da sradicare? Per combattere la povertà - che è scarsità cronica di denaro - occorre cogliere il filo che la lega a tanti altri esempi di scarsità. Gli autori dimostrano che tutte le forme di scarsità creano uno stato mentale simile, influenzando le capacità cognitive e i comportamenti individuali e collettivi. In quest'ottica, non solo la povertà globale, ma anche i problemi della nostra vita quotidiana acquistano nuova luce. Se è vero che una scienza della scarsità c'è già - l'economia - gli esperimenti e le ricerche di questo libro sono un invito a ripensare l'economia tenendo conto degli effetti cognitivi, e non solo quantitativi, della scarsità.
Sendhil Mullainathan, Eldar Shafir, Scarcity, ilSaggiatore 2014

Decidere è una libertà, ma anche un compito che può diventar difficile, fino a trasformarsi in un peso insostenibile. La difficoltà aumenta in proporzione al ruolo occupato da chi decide nelle gerarchie della famiglia, della società, dell'economia. Gli strumenti a nostra disposizione si concentrano sull'aspetto razionale trascurando le oscure forze emotive che sono i veri ostacoli del decidere: la paura, lo stress, il dubbio patologico, l'angoscia e il panico. Partendo dalla sua pluriennale esperienza, l'autore ci guida alla scoperta della "psicopatologia del decidere": la paura di sbagliare, di non essere all'altezza non deve essere negata, ma compresa e gestita con strategie e stratagemmi mirati.
Giorgio Nardone, La paura delle decisioni, Ponte alle Grazie 2014

Questa è una raccolta di oltre cento tra le più divertenti, stimolanti e sorprendenti lettere mai scritte. Dalla struggente lettera di suicidio di Virginia Woolf, alla ricetta per gli scones della regina Elisabetta II inviata ad Eisenhower; dalla prima volta in cui troviamo l'espressione OMG in una lettera indirizzata a Churchill, all'appello alla calma di Gandhi a Hitler; dalla splendida lettera di consigli di Iggy Pop a una fan in difficoltà, alla pregevole richiesta di impiego di Leonardo da Vinci, questo volume è una celebrazione del potere della corrispondenza per iscritto che cattura tutto lo humour, la serietà, la tristezza e lo splendore delle nostre vite.
Shaun Usher (cur.), L'arte delle lettere, Feltrinelli 2014

19 novembre 2014

I nostri consigli

Torna in una nuova edizione quest'opera di Pennac, il diario che, dai 13 agli 87 anni, ha tenuto del proprio corpo, illustrato dal grande maestro del disegno d'oltralpe, Manu Larcenet.
Daniel Pennac, Manu Larcenet (ill.), Storia di un corpo, Feltrinelli 2014








Si aggira in una Parigi innevata il serial killer che in nove mesi ha ucciso ventisette vecchiette seminando il panico in città. Eppure, le vittime sembrano aprirgli spontaneamente la porta e addirittura servirgli la cena, prima di essere torturate e uccise. Viene istituito un ufficio speciale dell'Anticrimine affidato al commissario Morvan, ma le indagini languono finché un frammento di carta non sembra metterlo sulla giusta strada.
Juan José Saer, L'indagine, La Nuova Frontiera 2014





Amori più o meno felici, tragedie più o meno ridicole, nevrosi, frustrazioni, complotti e famiglie squinternate: sono gli elementi messi in scena sullo sfondo di un conflitto fra un gruppo di ambientalisti radicali capitanati da un quarantenne post-fricchettone e la rappresentante dell'ente per la protezione del parco naturale delle Channel Islands. In un gioco paradossale, in nome del ripristino di un teorico stato naturale, 'ente parco finisce per ingaggiare cacciatori professionisti per sterminare specie non native, mentre gli ambientalisti vi introducono di soppiatto predatori per sabotare il programma. Intanto la natura, indifferente e sovrana, fa il suo corso...
T.C. Boyle, Gli amici degli animali, Feltrinelli 2014


Questo è il primo romanzo del capolavoro dello scrittore norvegese, 3500 pagine autobiografiche in sei volumi intitolati La mia battaglia. Con questo primo libro Knausgard si è aggiudicato il prestigioso Brage Prize in Norvegia, consacrandolo come uno dei più grandi scrittori viventi al mondo.
Karl Ove Knausgard, La morte del padre, Feltrinelli 2014

18 novembre 2014

I nostri consigli

Ambientato nel 1987 nel periodo della demaoizzazione, il romanzo descrive il momento in cui la politica delle riforme di Deng Xiaoping subisce una battuta d'arresto. Prendendo spunto da un evento realmente accaduto, ovvero la rivolta dei contadini dopo che erano stati costretti ad abbandonare le colture tradizionali in favore dell'aglio, che poi non veniva acquistato dal Partito in quantità sufficiente, racconta, oltre a un importante momento nella storia recente della Cina, la storia privata dell'infelice amore fra Gao Ma e Jinju, costretti a fuggire per evitare un matrimonio combinato. A far da cornice alla narrazione, le canzoni del cieco Zhang Kou, il cantastorie locale, che aprono ciascun capitolo seguendo le usanze della letteratura popolare.
Mo Yan, Le canzoni dell'aglio, Einaudi 2014

Protagonisti di questa turbolenta storia d'amore sono lo scrittore scozzese Robert Louis Stevenson e una signora americana, Fanny Van de Grift, di dieci anni più grande di lui - all'inizio della storia venticinquenne - fuggita in Europa con i tre figli per sottrarsi a una relazione coniugale sbagliata. Quando la coppia si incontra per caso in Francia, Robert è soggiogato dal carisma della donna,  dal suo spirito indipendente. La corteggia forsennatamente fino a quando, contro il destino, non comincia con lei la relazione che gli salverà la vita.
Nancy Horan, Sotto un immenso cielo di stelle, Einaudi 2014



Trentatre racconti magistrali - di cui cinque inediti in italiano, che attraversano oltre un secolo per rendere omaggio al cinema, ai suoi sfarzi e deliri, ai suoi miti intramontabili, alle sue tentazioni e frustrazioni. Una galleria di divi colti nei loro vezzi o fragilità, dietro la perfezione dell'immagine sullo schermo. E poi storie che hanno per protagonisti quella folla di individui il cui nome compare al massimo nei titoli di coda... Con racconti di Capote, Némirovsky, Bolano, Oates, Nabokov, DeLillo...
Emiliano Morreale, Mariapaolo Pierini (cur.), Racconti di cinema, Einaudi 2014



A Milano, nell'afa che opprime la città nei giorni prima di Ferragosto, una turista francese si suicida in una camera d'albergo. Jean, il narratore-protagonista, la conosceva: si chiamava Ingrid, l'aveva incontrata in un'altra estate, venti anni prima. E molto tempo dopo sarà sempre d'estate che il protagonista deciderà all'improvviso di lasciare la moglie e il lavoro e sistemarsi in incognito in un albergo parigino, trascinato dall'impulso irrefrenabile a indagare su Ingrid e sulla sua vita. Nel corso di un itinerario che lo porta a vagare per Parigi, Jean ricompone i frammenti di quella vita spezzata, abbandonandosi a un malinconico tuffo nel passato.
Patrick Modiano, Viaggio di nozze, Frassinelli 2014 (prec. 1991)

17 novembre 2014

I nostri consigli - Non-fiction

Walter Benjamin ci invita ad attraversa la modernità sulle tracce di Proust e Baudelaire, protagonisti di due saggi: Un'immagine di Proust e La Parigi del Secondo Impero in Baudelaire, che vengono qui accostati per la prima volta in una nuova traduzione arricchita da una preziosa galleria di immagini. Come avvenne per Benjamin, Baudelaire e Proust divengono per il lettore due compagni insostituibili per affrontare un viaggio nel tempo perduto e in quello a venire, cioè il tempo che noi oggi viviamo.
Walter Benjamin, Proust e Baudelaire, Raffello Cortina Editore 2014




Questo libro porta le teorie di filosofi come Socrate e Cartesio nei territori dei non morti, per interrogare queste oscure creature su questioni sociali e filosofiche. Vampiri e vegetariani, in fondo, non condividono la stessa visione del mondo? E gli zombie possono aiutarci a comprendere l'essenzialità della riforma sanitaria negli Stati Uniti?
Richard Greene, K. Silem Mohammad (cur.), La filosofia di zombie e vampiri, Mimesis 2014





Questo libro ricompone il disordine di oltre due millenni di vicende della moneta, raccontando i fatti del passato, mettendo in luce rapporti di forza e di potere, individuando gli influssi culturali e scoprendo, con un linguaggio alla portata di tutti, il filo rosso che ha condotto inesorabilmente l'economia mondiale alla crisi di oggi. Una controstoria della moneta che spiega, scrutando nelle pieghe dei secoli, l'eterno conflitto tra debitori e creditori, e come i guai di oggi possono essere decifrati solo con una full immersion nella macchina del tempo.
Roberto Petrini, Controstoria della moneta, Imprimatur 2014



Lui è James Clarkson Smith, avvocato ambizioso alle prese con un'abitudine potenzialmente rovinosa. Lei è Patricia Phillips, la sua psicoterapeuta: ama i gatti e indossa solo scarpe comode. La coscienza di James è il diario di molti mesi di sedute terapeutiche, tra ansie, frustrazioni, divagazioni e scoperte; una graphic novel magistralmente illustrata e narrata attraverso battute illuminanti e argute, capace di regalare al lettore una bellissima storia ma anche un'acuta analisi del percorso terapeutico, mettendo in luce le capacità tecniche e intuitive che entrano in gioco.
Philippa Perry, Junko Graat, La coscienza di James, codice edizioni 2014

14 novembre 2014

I nostri consigli

Siamo a New York, nel 1946. Harry Copeland è tornato dalla guerra, vorrebbe dare una svolta alla sua vita, sistemarsi, ma tutto è uguale a prima. Tornando da Staten Island rivede, sul traghetto, la stessa donna che aveva intravisto all'andata, e che l'aveva colpito irrimediabilmente al cuore: ogni suo particolare, ogni suo gesto lo ipnotizza. La giovane si chiama Catherine Thomas Hale, ma ha cambiato nome per calcare la scena di scalcinati musical scartati da Broadway. Quando un vecchio promesso sposo di Catherine torna alla carica e un gruppo di gangster minaccia di far saltare la pelletteria di famiglia, Harry capisce che, se davvero vuole conquistare Catherine, deve nuovamente combattere.
Mark Helprin, Nella luce e nell'ombra, Neri Pozza 2014

Fuggite all'estero durante la guerra civile, due sorelle tornano nel paesino della Galizia in cui sono cresciute. Legate da un rapporto simbiotico, ma litigioso e geloso, le Inviernas, come sono chiamate in paese, si stabiliscono nella casa che fu del nonno. Tutto sembra essere rimasto come un tempo, ma per qualche motivo il loro ritorno sembra aver sconvolto la placida vita degli abitanti. Decise a nascondere un terribile segreto, le Inviernas dovranno anche affrontare le superstizioni e le bizzarrie dei compaesani, fino a quando, un giorno, la radio annuncia l'arrivo in Spagna di Ava Gardner, protagonista di un film in cui si cercano controfigure: per le sorelle non c'è dubbio che sia arrivata l'opportunità che aspettavano...
Cristina Sanchez-Andrade, Le sorelle Inviernas, elliot 2014

Il signor Lewadski è un novantaseienne ornitologo ucraino dal pessimo carattere, che elargisce simpatia e comprensione solo agli uccelli. Dopo una catastrofica telefonata col medico riguardo il suo stato di salute, decide di volare un'ultima volta a Vienna e spendere tutti i suoi risparmi nel lusso dell'Hotel Imperial. Sarà proprio lì che avverranno incontri semplici e stupefacenti, in un luogo che acquista mano a mano una dimensione quasi magica, in cui tempo e spazio si dilatano e si confondono in attesa della fine.
Marjana Gaponenko, La misteriosa scomparsa del piccione migratore, elliot 2014



Questa è la storia di un ragazzo nato e cresciuto in un paesino dell'interno della Corsica. Gli svaghi sono pochi in paese, e comunque insufficienti a soddisfare il suo desiderio di evasione. Appena può scappa: va due anni militare in servizio a Gibuti. Quando torna a casa, il paese gli sembra ancora più chiuso. Si fa allora ingaggiare come mercenario in Iraq, e davanti ai suoi occhi sfilano orrori indicibili, fino all'autobomba che uccide l'amico di una vita, Jean-Do. Quando torna non è più lo stesso, la depressione lo consuma. Nel frattempo l'amore di gioventù, Magali, è cresciuta, e anche la sua vita è un inferno, anche se diverso. Si ritroveranno, ma il destino non sarà gentile con loro.
Jerome Ferrari, Un dio un animale, Edizioni e/o 2014

12 novembre 2014

I nostri consigli - Graphic novel

Un racconto grandioso e spettacolare che mescola l'immaginario delle Mille e una Notte, l'esuberanza del folklore indiano e la vitalità delle Avventure del Barone di Münchausen, che racchiude molte storie: quella di Sian, giovane ragazza destinata a una triste sorte; di Irvi, ladruncolo divenuto demone; di Cobra, tiranno manipolatore; Maluuk, artista in esilio... e che narra la storia più straordinaria di tutte, quella in cui tutti i personaggi si incontrano, amano, tradiscono e combattono.
Enrique Fernàndez, I racconti dell'era del Cobra, Tunué 2014




Questo catalogo di Muñoz è stato pubblicato in occasione del festival bolognese Bilbolbul che nel 2011 ha dedicato all’autore argentino una grande mostra. Il catalogo ha 4 saggi molto interessanti di Daniele Barbieri, Matteo Stefanelli, Federico Reggiani e Davide Brolli oltre a una grande quantità di immagini tra tavole di fumetto, acquarelli, primi lavori degli anni Sessanta e opere recenti. 
José Muñoz, Come la vita..., nuages 2011





Quand’è che un fumetto diventa Graphic Novel? Cosa s'intende esattamente per Graphic Novel? Un libro semplice e piacevole che introduce al tema con spiegazioni esaurienti e con un volo pindarico sulla storia del romanzo a fumetti, da Hugo Pratt e i suoi precursori, a Buzzelli, a Miller e Moore.
Nicola Andreani, Graphic novel - Il fumetto spiegato a mio padre, NPE 2014







Gus, Gratt e Clem sono tre amici che cercano l'amore tra una rapina in banca e un assalto al treno. Con uno stile narrativo languido e personalissimo, Blain affronta il western come non lo si è mai visto prima, soprattutto a fumetti: dalla parte dei sentimenti. Una serie di culto in Francia, giunta ormai al quarto volume.
Christophe Blain, Gus vol. 1, Bao 2014

11 novembre 2014

I nostri consigli - Non-fiction

Dala kulebjaka zarista al boršč ucraino, dal palov uzbeco allo spezzatino georgiano... Dieci momenti per rievocare la storia di una famiglia che, lungo quattro generazioni, ha vissuto la parabola tragica ed epica dell'Urss.
Anya von Bremzen, L'arte della cucina sovietica, Einaudi 2014








Questo libro indaga la dimensione complessiva della tradizione spirituale del Giappone, seguendo due prospettive che si intersecano, quella storica e quella antropologica. Un'analisi in profondità che non trascura neppure le forme artistiche, con una riflessione sul senso, profondamente religioso, che illumina talune arti "tradizionali", come i giardini di pietra, la cerimonia del tè e l'ikebana.
Massimo Raveri, Il pensiero giapponese classico, Einaudi 2014





Un libro popolato dai protagonisti che nel corso dei secoli, da Vasari ai nostri giorni, in Europa come negli Stati Uniti, hanno contribuito alla costruzione di una nuova disciplina: la storiografia artistica nei suoi molteplici indirizzi di ricerca. Un volume di cui si avvertiva la necessità perché, tenendo presente che il mestiere dello storico dell'arte è differente da quello del filosofo di estetica e del teorico, sono stati riannodati gli aspetti del lavoro più squisitamente storiografico con tutte quelle sollecitazioni attivate dagli stessi oggetti di studio.
Orietta Rossi Pinelli (cur.), La storia delle storie dell'arte, Einaudi 2014



Affascinante della prima all'ultima pagina, L'universo matematico è uno di quei rari esempi di libri divulgativi singolarmente chiari, che contengono una novità rivoluzionaria e originale. Un libro che potrebbe cambiare il destino di una disciplina, ma che interessa quasi tutti i campi del sapere, dalla matematica, alla cosmologia, alla filosofia. Per Tegmark il mondo reale non è solo descritto dalla matematica, ma coincide con la matematica, è matematica.
Max Tegmark, L'universo matematico, Bollati Boringhieri 2014

10 novembre 2014

I nostri consigli

Quando Mae Holland viene assunta al Cerchio realizza un sogno. Ama tutto di quel posto: la più influente azienda al mondo nella gestione di informazioni web, una sede avveniristica, la zona riposo... Pur di farne parte Mae accetta le particolari condizioni: rinunciare totalmente alla propria privacy per un regime di trasparenza assoluta, ovvero, condividere sul web, in streaming, ogni esperienza personale. Per lei non è un problema, tanto la sua vita al di fuori non è poi così interessante, anzi. Fino a quando un ex collega non la fa riflettere: il progetto di usare i social network per creare un mondo più sano e più sicuro è davvero privo di conseguenze, o rende gli esseri umani più esposti e fragili, quindi manipolabili?
Dave Eggers, Il cerchio, Mondadori 2014

È il 1937 quando Lisette giunge nel villaggio della Provenza di Roussillon, a seguito del marito, che lascia il lavoro per rispondere alla chiamata del Pascal, suo padre, ha bisogno d'aiuto a causa di problemi di salute. Il trasferimento è penoso specie per Lisette, abituata alla vita di Parigi. In più, quando arrivano trovano l'anziano in ottima salute e splendido umore. Tuttavia, nel chiuso della sua casa, nonno Pascal rivela alla coppia la vera ragione del loro arrivo: sette dipinti appesi alle pareti, di autori come Cézanne, Pissarro e altri grandi maestri, il tesoro che Pascal ha costruito nei suoi primi anni come corniciaio a Parigi. Diventeranno la "lista di Lisette", quando, scomparso Pascal e perse le tracce del marito, farà di tutto per proteggerli all'arrivo dei nazisti.
Susan Vreeland, La lista di Lisette, Neri Pozza 2014

Questo libro è una carovana di personaggi singolari che viaggiano nelle sconfinate praterie del selvaggio West. Insieme alla vecchia moribonda con cui inizia il libro, ci sono, in cerca di una terra, i figli, il nipote Josh e una misteriosa ragazzina cinese, trovata lungo il cammino. Il loro percorso finirà per intrecciarsi a quello di Zébulon, uomo in fuga, carico di denaro e progetti, di un'indiana cje salva Gifford, di Elie Coulter che ruba il cavallo di Bird Boisverd, e di molti personaggi ancora. Il mito del West rivisitato in chiave burlesque, in un romanzo che ribalta i cliché e gli archetipi dell'America delle origini.
Céline Minard, Per poco non ci lascio le penne, 66thA2ND 2014


I fratelli Kenneth e Constance Fielding non si sono mai sposati. Vivono nella loro rispettabile casa borghese nei dintorni di Londra, insieme a una cugina anch'essa nubile. Nonostante ci si trovi nel pieno della Seconda guerra mondiale, il terzetto riesce ancora ad assicurarsi quei pochi ma essenziali piaceri quotidiani che contribuiscono a conservare l'illusione che il mondo non sia mai cambiato. Fino a quando però una serie di ospiti indesiderati converge a turbare il loro ordine: una nuova e avvenente domestica esule da un paese straniero, una vecchia fiamma di Kenneth dalle mire non troppo nascoste, una ragazza irriverente in cerca di avventure... La pace di quel tranquillo angolo di periferia sembra prosciugarsi di minuto in minuto, e nessuno potrebbe mai immaginare che proprio in quella situazione di perduto equilibrio arrivi nientemeno che l'amore tanto atteso.
Stella Gibbons, Lo scapolo, elliot 2014

7 novembre 2014

I nostri consigli - Non-fiction

Cosa rende unico l'essere umano, differenziandolo da ogni altro animale? Il linguaggio, la capacità di creare utensili le credenze religiose? È dal tempo di Darwin che si cerca di dare una risposta a questo interrogativo, e questo libro suggerisce una nuova affascinante soluzione all'enigma: la nostra propensione alla cooperazione sociale.
Michael Tomasello, Unicamente umano, il Mulino 2014






Una rievocazione documentata e narrata del leggendario Kabarett tedesco, dagli inizi gloriosi dell'era guglielmina agli anni "d'oro" Venti e Trenta, fino alla miracolosa rinascita nel secondo dopoguerra. Un'analisi della sorprendente capacità di autocritica e dell'ironia sibillina dei tedeschi che costituirono l'anima di questa forma di spettacolo, i cui testi, spesso irriverenti e provocatori, passarono più volte sotto la mannaia della censura. Un'accurata ricostruzione storico-culturale, arricchita di numerose immagini dell'epoca a in cui vengono proposte anche le canzoni satiriche, qui tradotte per la prima volta in italiano.
Paola Sorge, Kabarett!, elliot 2014


L'Età del Bronzo era meno arretrata di quello che si pensa: recenti studio ci restituiscono un mondo incredibilmente organizzato e vasto, sorprendentemente simile al nostro, che sembrava intramontabile, come il nostro, ma che cadde di schianto. Lo stagno, necessario per ottenere il bronzo delle armi e degli utensili, che erano le merci più ambite, e sul loro commercio era fiorita un'intesa internazionale che coinvolgeva tutti i grandi imperi del Mediterraneo; caduto il primo anello, caddero tutti gli altri, in pochi anni, e le fiere civiltà che avevano governato su porzioni enormi del mondo conosciuto si sciolsero come neve al sole, lasciando poco o niente della loro millenaria esistenza. Ma fu solo a causa dei misteriosi Popoli del Mare?
Eric H. Cline, 1177 a.C. - Il collasso della civiltà, Bollati Boringhieri 2014

In questo testo, scritto nel 1906 in lingua inglese e ormai divenuto un classico, vengono discussi non soltanto il profondo valore simbolico del tè, ma anche temi come lo Zen, il Taoismo e altri aspetti dell'approccio orientale alla vita. Il libro dimostra come il rito del tè sia da sempre, in Asia, un mezzo di trasmissione del sapere e delle qualità umane, prima fra tutte la semplicità, e come questa semplicità abbia influenzato nei secoli la cultura, l'arte e l'architettura del Giappone.
Okakura Kakuzo, Il libro del tè, elliot 2014